STORIA di una Cola

Il progetto per l'utilizzo dei terreni in Malawi per la produzione della canna da zucchero è iniziato nel 1997 con il sostegno dell'Unione Europea.

Nel 2001 è nata una cooperativa di raccoglitori di canna da zucchero, la Kasinthula Smallholder Cane Growers Ltd .
Nel 2003 ha avviato il passaggio agli standard internazionali di una produzione equa e solidale, e nel 2007 ha ottenuto il marchio Fairtrade da FLO (Fairtrade Labelling Organization).

Nello stesso anno 2007 ad opera di un gruppo attivo nel Fairtrade londinese, è nata UBUNTU COLA, prodotta con lo zucchero di canna certificato, della Kasinthula Smallholder Cane Growers, importato, lavorato e distribuito da UBUNTU Trading Company con sede a Londra.

La piantagione e la Cooperativa

La piantagione che produce lo zucchero di canna usato per la Ubuntu si trova nel distretto di Chikwawa, nel Malawi meridionale, a pochi chilometri dal fiume Shire, e si estende per oltre 800 ettari.

La cooperativa che la gestisce è composta attualmente da 285 lavoratori, tra irrigatori, coltivatori e raccoglitori.
Il villaggio di Chinangwa è composto da 2.500 persone, che vivono quasi tutte in abitazioni fatte di mattoni.

La certificazione Fairtrade garantisce che i prodotti che recano il marchio Fairtrade siano stati realizzati nel rispetto dei diritti dei produttori dei Paesi in via di sviluppo, che siano stati acquistati secondo i criteri del commercio equo, ovvero assicura ai lavoratori il pagamento di un prezzo minimo equo e stabile (Fairtrade Minimum Price) e un margine di guadagno aggiuntivo da investire in progetti sociali e sanitari per le comunità e il rispetto delle colture locali (Fairtrade Premium).

I premi annuali Fairtrade ricevuti dalla "Kasinthula Smallholder Cane Growers" hanno permesso negli ultimi anni la costruzione di:
  • Varie pompe d'acqua;
  • Una scuola elementare per 240 bambini;
  • Un trasformatore per fornire corrente elettrica al villaggio;
  • Un centro sanitario;
  • L'acquisto di un camioncino;
  • Una porcilaia per le donne del villaggio, per la quale verranno acquistati 40 maiali per avviare l'attività.

Vagamondi ha incontrato UBUNTU Cola e la realtà londinese nel 2009.